domenica 27 novembre 2016

giornale sedicente comunista: il Manifesto

La morte di Fidel Castro, a novant'anni, dopo una lunga malattia deve aver preso alla sprovvisto quelli del Manifesto, giornale sedicente comunista che l'apertura, nel giorno in cui i concorrenti dedicavano speciali al lider maximo, l'hanno dedicata alle lady minime: quella lobby a cui la parità di diritti non bastava e, dopo aver conquistato privilegi, passeggia in centro inneggianto "non una di meno". Tante di meno, invece, sono le copie che il Manifesto, anno dopo anno, vende, senza immaginare che passare dalla lotta di classe alle donne di classe forse paga, ma non dal giornalaio.

sabato 1 ottobre 2016

martedì 30 agosto 2016

Tommaso Labranca non era un coatto

Come per l'uomo Ragno, chi abbia ucciso Tommaso Labranca resta un mistero. Le righe dedicate alla sua morte si limitano, appartentemente, a riferirla improvvisa. In realtà, però dicono il contrario: dall'oblìo in cui era, chissà se di proposito, scivolato, Labranca sembrerebbe piuttosto essersi consunto. Come se a giocare al coprofago si fosse accorto, un poco alla volta, sempre più che i commensali i baffi se li leccavano sul serio. La variante meno pop, forse, dalla solitudine.




giovedì 14 aprile 2016

sabato 20 febbraio 2016