martedì 17 marzo 2009

se questa foto vi ricorda Milano

Pochi giorni fa, dopo anni di guerriglia, il Salvador ha scelto il suo presidente, che in quella guerriglia ha combattuto, contro la dittatura. Una settimana prima il presidente boliviano Morales, diceva la sua all'ONU sul proibizionismo semplicemente aprendo la bocca, ma per masticare una foglia di Coca. Chavez, cui qualcuno dà del dittatore, si sottopone alle urne praticamente un anno sì e uno no. Venendo confermato puntualmente dai suoi connazionali, che evidentemente gli riconoscono di aver compreso le virtù dell'intervento dello Stato nell'economia ben prima dei manager di New York. In Cile governa una donna. Come in Argentina, che si sta risollevando. Da ultimo quel trascurabile enclave di lingua portoghese che durante le polemiche per il caso Battisti in Italia un politico ha definito "paese di ballerine". Parliamo del Brasile. Durante l'ultimo carnevale, da uno dei carri su cui tradizionalmente si balla, i presidente Lula distribuiva anticoncezionali. Mi dite allora perchè i politici dell'opposizione dichiarano che l'Italia sta sempre più somigliando ad un paese sudamericano? Illusi.

2 commenti:

catone ha detto...

Perchè sono rimasti fermi a quando i Paesi Sudamericani erano governati da dittature.
Un saluto

dioniso ha detto...

Magari somigliassimo ad uno dei citati paesi sudamericani!

Saluti