sabato 12 maggio 2007

Diritti, non sacramenti

Sulle notizie online della Rai oggi ( http://www.rainews24.it/notizia.asp?newsID=69851) un paginone dedicato, tanto per cambiare, alle dichiarazioni del papa in Brasile. Immagino che non tutti i brasiliani, (come invece qui vorrebbero farci credere), siano smaniosi di sentire, - a casa loro, e da un estraneo con un buffo costume -, minacce di scomunica e ingiunzioni presuntuose sulle regole di vita . Fortunatamente c'è anche chi racconta a noi che il sindaco di Rio de Janeiro, ieri, 10 maggio 2007, ha pronunciato parole ben più "sante": ritratto davanti a un centro per la tutela dei diritti di cittadini gay, trans, lesbiche, bisex e quant'altro, ha affermato che decidere di unioni e tipologie di famiglia significa occuparsi di diritti, non di sacramenti. E che pur essendo cattolico (e contrario al tanto discusso aborto), nella sua veste ufficiale rappresenta e tiene nella debita considerazione i diritti e le esigenze di tutti i cittadini che egli rappresenta , e che Rio de Janeiro per prima in Brasile, con vanto, ha riconosciuto la reversibilità della pensione ai partner di coppie non sposate e anche omosessuali. Che ci vengano da quello che siamo abituati a considerare 3° mondo, parole di semplice e cristallina civiltà – mi sembra dovrebbe farci quantomeno riflettere. Gettare altrove lo sguardo per comprendere meglio ciò che accade nel nostro territorio. Mi vergogno di appartenere a questo Paese, succube di santa madre chiesa medievale e presuntuosa, che nulla vive ma pretende di impartire a tutti lezioni di vita – terrena e non. Non mi riconosco in un Paese che strilla dalla prima pagina di uno dei suoi principali quotidiani nazionali il sostegno al papa che vaneggia accusando di terrorismo chi il 1° maggio (al concerto di Roma) ha espresso pubblicamente opinioni diverse dalle sue. E non è che la parte visibilmente purulenta del sistema…. Un cordiale saluto, La Donna Cannone

1 commento:

Bufalo ha detto...

La parte sommersa, quella delle coscienze dormienti, è enormemente vasta ... (e bipartisan).
Bella lezione da Rio de Janeiro, ma inattuabile nel nostro rozzo paese medioevale guidato - come dici tu - da un omino vestito in modo buffo.