giovedì 23 aprile 2009

portatori di (ci) viltà

Questa sembra essere la terribile sorte delle donne afghane. Dopo che il parlamento e il presidente Karzai hanno approvato un codisce della famiglia sciita che legalizza lo stupro in famiglia, centinaia di donne hanno manifestato contro questa legge a Kabul ma hanno dovuto affrontare i sassi lanciati contro di loro da decine di maschi che hanno tentato di metterle a tacere. E gli italiani (civili e militari) che stanno a fare in Afghanistan? A guardare un film dell’orrore? L.Sgrena, http://mir.it/servizi/ilmanifesto/islamismo/

3 commenti:

tommi ha detto...

assurdità senza fine. un circolo vizioso che non lascia scampo a vincitori o vinti.

Saamaya ha detto...

Lunga la strada per i diritti e per la libertà.
Ma mi sa che, come sempre, ce la dobbiamo conquistare da sole.

Stranistranieri ha detto...

sono maschi anche loro!