lunedì 10 novembre 2008

Ha suonato di sognare. Anche a Mollaro

Scrivo con il desiderio di emozionare con un PC quanto Matteo Giorgioni con il suo pianoforte e le sue note, che il 7 e l’8 novembre hanno accompagnato il concerto-spettacolo “Empieza desde las pequeñas cosas(…incomincia dalle piccole cose), dell’associazione Macondo suoni di sogni onlus.

Macondo: evoca García Márquez ma ci porta in Brasile. Passando per Mollaro, in Val di Non e per Tezze di Grigno, in Valsugana. È un viaggio, sì, ma di quelli che ti cambiano la vita. Questo testimoniano i racconti e le immagini che accompagnano la musica di Giorgioni, giovane pianista e compositore di Bologna, che, un passo dopo l’altro, ha raggiunto i suoi sogni in America Latina. Prima in Cile, poi in Brasile. E proprio in Brasile ha ritrovato parte di sé e le sue emozioni si sono incanalate in pentagrammi di umanità; le mani hanno ripreso a suonare dopo aver scavato il terreno di una favela e posato metri di tubi per l’acquedotto. Le sue dita hanno ripreso a comporre sulla tastiera dopo aver lenito piaghe e ferite necrotizzate. Suonando e raccontando nello ''spettacolo solidale'', come il 7 novembre al teatro di Mollaro e l'8 a quello di Tezze, Matteo e Macondo Suoni di Sogni Onlus raccolgono fondi per i progetti di Vila Velha. Con i primi soldi è stato costruito l’ambulatorio, oggi gestito da un’infermiera e due medici che visitano 60-80 persone al giorno. A forza di piccole condivisioni, sorrisi che si incontrano e maniche che si rimboccano, oggi gli abitanti di Vila Velha hanno anche una ‘scuolina’ e un nuovo edificio per attività comunitarie, cucina e mensa scolastica.

Allora Matteo, continua a suonare e a girare l’Italia per raccontare, varcando confini. Di mondi e di cuori. La storia di Vila Velha con Matteo e Macondo Suoni di sogni è sul blog http://latavola.splinder.com/ e sul sito http://www.matteogiorgioni.it/. Per ascoltare alcuni brani di ''pianoforte solidale'' www.myspace.com/matteogiorgioni.
Comuni, proloco, assessori e privati cittadini che desiderano organizzare lo spettacolo di solidarietà possono contattare Matteo alla mail thonytonino@yahoo.it Infine, oltre ai CD, 'Ho suonato di sognare’ e ‘Incontri’, chi lo desidera può sostenere il progetto acquistando il calendario solidale 2009

di Annalisa Dolzan

2 commenti:

goooooood girl ha detto...

Good good good......

CloverJack ha detto...

Sì anche il mio medico visita 60-80 persone al dì... sìssì... o meglio, VISITEREBBE, se non fosse impegnato per il 30% del suo tempo a giocare al piccì, chiacchierare del più e del meno con i suoi conoscenti, leggere il giornale. Che belle queste notizie positive, per fortuna che c'è ancora qualcuno che fa qualcosa di buono va là... Baci a tutti e buona settimana!