domenica 23 novembre 2008

inutile anche contro i crolli

MADRID - Da tutte le aule e da tutti gli spazi comuni della scuola pubblica Macias Picavea di Valladolid dovranno essere rimossi i crocefissi: lo ha stabilito il giudice del tribunale della città nel nord della Spagna, Alejandro Valentin, accogliendo così la richiesta avanzata nel 2005 dal genitore di un alunno e da una associazione locale per la difesa della scuola laica, secondo i quali, come recita la Costituzione spagnola, va garantito «la libertà di religione e di culto» e assicurato il carattere «laico e neutrale» dello stato spagnolo sui temi religiosi.

2 commenti:

Doktor P. ha detto...

Non credo siano molto avanti a noi come si vuol far credere. Ma credo che notizie come queste siano fondamentali se si vuole costruire uno stato che sia in linea con gli standard del presente.

L'Italia, la stella in meno nella bandiera blu, preferisce invece rimanere nel suo fangoso medioevo, alla ricerca di qualche strega da bruciare in piazza.

Il passo è breve.

doktorpaolini.blogspot.com

maurob ha detto...

la spagna non ha il vaticano ...