mercoledì 4 giugno 2008

la prima pietra (chi la scaglia?)


Tutti bravi a criticare, vero? Berlusconi ha fatto questo, Alemanno ha detto quest’altro. Come se non vi conoscessi a voi. Voi, a proposito. Perché non ci dite un po’ di voi? Delle vostre perle, intendo. La volta che per un posto avete chiesto una spintarella e il giorno che la spinta invece l’avete data ad un paraplegico sulla scalinata. L’anno che avete votato per il partito indipendentista tirolese e la volta che avete lasciato la retta via con legato ad un paracarro il vostro cane. Quella volta che avete preso a scapaccioni vostro figlio senza sapere bene perché. Quella volta che avete parcheggiato in doppia fila senza notare che in prima c’era un’autombulanza. O l’autombulanza l’avete seguita per infilarvi nel traffico. Quella volta che avete detto che Mussolini ha fatto anche cose buone e quella che in discoteca vi è scappata una puzzetta ma troppo vicino al microfono del DJ. Quella volta che avete riciclato un regalo o avete buttato l’immondizia negli scavi archeologici, quella volta che vi siete professati quel che non eravate: cattolici, socialisti o single. Oppure perfetti conoscitori dell’inglisc, iù knov. E chi ha letto il vostro curriculum ci ha creduto, vi ha chiamato e vi ha fatto notare che curriculum si scrive col kappa. Perché questa è l’Italia: in fondo, solo una nuova rubrica.
Confessatevi, prego.

14 commenti:

Tony Pannone ha detto...

Donna tutti bravi a criticare, tutte sciappe a comandare..... un saluto a presto...

duhangst ha detto...

Quella volta che per interrogarci il professore ci faceva scrivere in un biglietto nome e cognome, li metteva in una sacca ed estraeva, scrissi il nome di una compagna di classe che mis stava particolarmente antipatica..

silvano ha detto...

Eh chi è che può scagliare la prima pietra?

Alberto ha detto...

Quella volta che non avete nemmeno il coraggio di confessare perché è stata proprio una vigliaccata.

articolo21 ha detto...

Siamo tutti delle canaglie :)

pangea blu ha detto...

questo sarebbe un argomento da approfondire bene. e forse aiuterebbe anche a rifondare la politica e la stessa società civile. bravo
a presto

fabio r. ha detto...

io feci lo sborone ad un esame di geografia all'università con la sicumera di Colombo alle antille puntai il dito sulla carta topografica ed indicando un'isola me ne uscii con" E' un istmo!" a che il prof - mosso a pietà - chiese "Ma Lei sa cos'è un istmo?" ed io: "No, ma mi piaceva il nome..." Cmq presi 26 mentre lui rideva....

Alianorah ha detto...

Chi è senza peccato...

Alianorah ha detto...

Ecco...ho scritto il commento e non avevo letto il titolo del post. Bell'esordio! :-D

Donna Cannone ha detto...

raccolgo l'invito di Poldino, sono giorni che penso a quale sia una delle maggiori cazzate che ho combinato e di cui fare pubblica ammenda.
Più che il singolo gesto, forse sono situazioni nella viat - come quando incrocio la miseria, la fame, la mestizia e la povertà, e mi ricordo che non ho mai abbastanza tempo per tutte le lotte, tutte le resistenze e le rinunce che l'anima imporrebbe

Pellescura ha detto...

Il mio scheletro nell'armadio:
A 18 anni ero per la pena di morte, convinto che con quella tutto il mondo si sarebbe messo a posto.

TEODOLINDA ha detto...

ci penso! non sarà difficile farmi venire in mente qualcosa. bellissimo post! come darti torto?

Fifì79 ha detto...

Complimenti per questo post eccezionale!
Posso approfittarne per smacchiarmi un po' la coscienza? (anche se di solito è il rito natalizio...perché A NATALE SIAMO TUTTI PIU' BUONI! Chi è poi il pirla che ha inventato 'sta minchiata? Va beh...)
Non solo riciclo i regali, ma l'anno scorso a Natale nonché a Pasqua ho raccontato ai nonni che dovevo andare a pranzo dai suoceri, e ai suoceri che sarei andata a pranzo dai nonni così poi non sono andata da nessuno e ho dormito fino alle due di pomeriggio.
A volte sono una grandissima stronza, ma so fare ammenda!

Fifì

PS: e sento di doverlo ripetere...questo post è assolutamente brillante! Finalmente un blog dove si dicono le cose come stanno e non si nasconde lo sporco sotto il tappeto!

Donna Cannone ha detto...

Buongiorno a tutti! Sono felice che questo post smuova un po' le coscienze e che ci sentiamo più leggeri. Mi è venuto in mente anche che: talvolta quando porto in giardino il cane di mio fratello, siccome con sto cane non ci vado d'accordo, lascio lì la sua cacca, che poi tocca a mio fratello o alla moglie raccogliere.

Non è che mi senta tanto in colpa, a dire il vero. Anzi... ;-p