mercoledì 6 maggio 2009

le parole per dirlo

"Per quanto mi riguarda nutro una certa gratitudine per la signora Lario. Come, in genere mi capita di nutrirla nei confronti di chi mi dà qualche elemento in più per capire il Paese in cui vivo. Grazie a lei e alle reazioni che ha suscitato ho capito che vivo in un Paese che è tornato indietro, non solo nell’economia e nei rapporti sociali. È arretrato culturalmente, ha fatto un salto precedente agli anni 70, ha cancellato nella coscienza anche se non ancora sulla carta le conquiste civili, i nuovi rapporti fra uomo e donna che si era cercato faticosamente di costruire, una relazione fra comportamento pubblico e vita privata sempre difficoltosa e mai risolta ma che cercava una coerenza. Ha scritto Maria Laura Rodotà sul Corriere che in questa vicenda c’è la sconfitta di tutte le donne. Ha ragione. Ma c’è anche la sconfitta degli uomini, regrediti tragicamente a maschi."
(R.Armeni - www.ilriformista.it)

4 commenti:

Donna Cannone ha detto...

Sì, buongiorno!
Trovo solo che siano patetici - loro e gli italiani che si accaniscono su queste manfrine.

L'Adige di oggi titola che in Abruzzo il berluscono avrebbe chiesto di poter palpare la assessora Beltrami.

E la stampa continua a inseguire ste minkiate.
Preferivo i neandertahl, forse non parlavano la nostra lingua ma avrebbero espresso qualcosa di più intelligente, potendo.

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Colgo anche questa occasione per ribadire il mio rifiuto di discutere simili vicende: pretendo che le vicende coniugali siano e restino private. Non so nell'articolo citato cosa la Armeni ricordi degli anni '70: io sono certo di ricordare che non si sapeva proprio nulla della vita privata di premier, segretari di partito: altro che pretesa di coerenza, la coerenza era supposta, nessuno si sarebbe permesso di verificarla. In realtà questo scavare nel privato appartiene ad altre culture tipo USA ed anche Nord Europa, ma non in Italia. Sarà impossibile giudicare un politico soltanto sulla base dei suoi atti ufficiali, politici?

forsenonstotroppobene ha detto...

...più ci penso e più mi convinco che siamo degli idioti...ma perché non ci calchiamo la mano per fargli perdere i voti delle donne e dei cattolici, come suggerisce il giornalista de La Repubblica, ovvero la maggioranza degli aventi diritto al voto???

http://tv.repubblica.it/copertina/privato-pubblico-nessuna-differenza/32389?video

(so che dovremmo vincere il nostro disgusto, ma....)

Alex ha detto...

L'ennesima manfrina di sapore godereccio e malizioso, così tanto per deviare l'attenzione dalle cose serie.