domenica 23 marzo 2008

IL VOTO UTILISSIMO, CHE NON SERVE

Poniamo il caso che qualcuno vi informi che presto la vostra banca fallirà. Probabilmente in via precauzionale ritirerete i vostri risparmi, e metterete sull’avviso i vostri amici correntisti, i quali a loro volta faranno lo stesso. In breve, e al di là della corrispondenza con la verità, quella che era l’opinione di un singolo diventerà la realtà perché una banca senza risparmi effettivamente fallisce. Profezia autoavverantesi, la chiamano quelli che se ne intendono, e questo ne è un esempio da manuale.
Ciò che provano a fare quei politici che oggi suggeriscono il cosiddetto “voto utile” è più o meno lo stesso. Il mio partito è forte ma in competizione con uno altrettanto forte della parte avversa, per farlo prevalere date il vostro voto a me, piuttosto che a uno magari più vicino alle vostre idee ma piccolo, ininfluente.
Come chiedere all’oste com’è il vino. Una mistificazione di questo genere, un sollecitare all’omologazione, a portare fisicamente il cervello all’ammasso ci induce a ripete una domanda che facevamo spesso e volentieri da piccoli, nel nostro periodo di irriverenza, a preti, genitori e maestre: ma chi l’ha detto?
Chi l’ha detto che il mio partito è piccolo?
Intanto votiamo, e con pari spazi e dignità per tutti. E poi vedremo che i voti – come diceva Enrico Cuccia, che di banche se ne intendeva – oltre a contarsi, si pesano.
Poldino

5 commenti:

Mister_NixOS ha detto...

Sei normale.
Alcuni cominciano a trattarti da pazzo.
Diventi sospettoso ed interroghi. Loro ti rispondono che sei paranoico e fanno sapere agli altri che sei paranoico.
Tu ti arrabbi, non capisci, diventi paranoico davvero.
Loro ti trattano ancora più da pazzo e diventano sempre di più.
Diventi pazzo davvero.

Ricetta da usare per mobbing. Visto di prima persona.

Anna ha detto...

Ti scrive chi ha attraversato fasi alterne in merito ai propositi di voto. Sono fondamentalmente un'anarchica ed una disobbediente. So bene che le persone come me alla politica non servono. Noi siamo bravi solo a criticare, ad arrabbiarci, ma di realmente fattivo non facciamo un bel niente.
Alla caduta di Prodi decisi di non votare. Mi dicevo, quello che sarà, non sarà in mio nome.
Poi ho iniziato a guardare, con crescente preoccupazione, alla Sinistra Arcobaleno e mi son detta: vabbè,parlano bene e razzolano male, ma almeno dicono cose che condivido.Li voterò.
Ora che le elezioni si avvicinano e vedo il Bellachioma ed il suo apparato fascista palesarsi all'orizzonte, mi dico che la paura fa 90 e darò il voto utile.
Mi ripugna, sono arrabbiata con me stessa, ma devo accettare qualunque cosa per scongiurare il ritorno del nano di plastica.
Tristemente
Anna

Mister_NixOS ha detto...

Oh, scusa, rileggendomi ho pensato che forse non è chiaro il nesso col tuo post. Il nesso è solo con la prima parte: teorema e dimostrazione simile, in altro contesto, cambiando situazione ed attori.

Donna Cannone ha detto...

@ Caro Nixos, mi sembrava di aver colto l'aspetto umano del tuo commento.
certamente la cosa si presta alle più svariate considerazioni.
L'episodio di mobbing a cui accenni mi incuriosisce molto...si può saperne un po' di più?

@Cara Anna,
l'articolo è dell'amico Poldino - il reuccio dell'anacoluto - e spero che presto ci raggiunga online per procedere al ping pong virtuale che ha suscitato.

Personalmente, mi sento vicina a quanto scrivi, e lontanissima da una posizione elettorale/politica come da definizioni correnti.

Non trovo alcun personaggio politico degno di fiducia, in quanto ritengo che per arrivare ad una carica, si debba scendere a compromessi e quindi già così le acque si intorbidiscono.
Figuriamoci per mantenerla.
Sarò un'idealistona, ma vorrei un politico che incarnasse "l'amore per la polis", ovvero la tutela e l'interesse del cittadino e della città. Avrò probleimi di vista, ma non ne vedo intorno....

Detto questo - resistenza sempre e comunque, al nano di plastica e compagnia cantante!

Mister_NixOS ha detto...

Saperne un po' di più? mutatis mutandis (cambiatisi le mutande :-) )non è nulla di più quanto non si veda abbastanza normalmente per il mondo, in fondo...
Beh, mi sa che lancio un post, appena ho tempo, proprio a proposito. Sarò però piuttosto astratto.