venerdì 16 gennaio 2009

Due cuori e una giostra - 2° parte

La giostra della famiglia Gregori Faccio a Trento
Ecco la 2a parte dell'intervista
Manuel prende l’abbrivio per raccontarmi che in effetti ci sono avversità, spese e lungaggini burocratiche. "La legge impone di trovare un’area per circhi e spettacoli itineranti, e sono previsti sconti per la luce ed altri servizi. Un tempo le battaglie erano di categoria, oggi abbiamo ANESV AGIS (Associazione Nazionale Esercenti Spettacoli Viaggianti), che continua a lottare. Ma purtroppo sono rimasti pochi membri, e sono anziani. Oggi i nostri problemi riguardano soprattutto i costi, che sono troppo alti, (come la fornitura di energia elettrica), e la reperibilità di aree per gli spettacoli. Per farti un esempio, qui a Trento abbiamo un contratto forfetario di fornitura di 10kw per 12 ore al giorno, ma anche se ne usiamo solo 4 ore alla fine dobbiamo pagare il costo forfetario, di circa 190€, mentre il consumo effettivo è di circa 70€! E poi, ogni 3 mesi dobbiamo fare l’allaccio elettrico. Funziona così: si paga il primo mese e per il secondo si fa la proroga; il terzo mese si deve fare il rinnovo, che costa quasi 200€! Un altro problema è quello delle aree di sosta. Ogni 3 mesi ci spostiamo, e ogni Comune ci vorrebbe far comprare il terreno su cui sostiamo! È una follia! E poi la burocrazia... Assurda. Pensa che ogni provincia richiede un permesso con relativo pagamento - per il transito coni nostri trasporti eccezionali, quindi, per farti un esempio, per spostarmi da Bolzano al Veneto, passo 4 giorni in auto, a consegnare il disegno tecnico e richiedere i permessi per il transito sulle strade. Da Bolzano a Trento si paga solo il bollo: 14€. L’Anas del Veneto te ne chiede circa 80€, più 2 marche da bollo, e la società Autovie Venete circa 180€ più 2 marche da bollo. Fai il conto!"
DC: Non mi intendo di trasporti eccezionali, ma in effetti mi sembra un costo elevato. «Per fortuna – prosegue Manuel - il tessuto sociale dei colleghi è molto solidale. Ci si vede solo a periodi, ma ci conosciamo tutti. Noi lavoriamo in Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Trentino Alto Adige. In particolare, qui c’è una comunità che condivide un calendario fisso di feste ed eventi nelle varie località e quindi si muove insieme. Siamo comunque tutte ditte individuali». DC: Quanto è veramente nomade il tuo lavoro? Manuel: Oggi, lo è su base regionale. Una volta ci si spostava di più, ed era anche più facile. I sindaci erano “amici di paese”, si viaggiava di più, si andava all’avventura. E le famiglie erano molto più numerose. Oggi abbiamo regolamenti e calendari fissati dai sindaci e dalle amministrazioni comunali. La nostra attività sostanzialmente è regolamentata come quella dei mercati cittadini.
Antica foto del lunapark di Genova
DC: Ma se voleste andare, che so, a Napoli, potreste farlo? Manuel: Sì, ma in base ad accordi “subacquei” ognuno sta a casa sua. Chi ha un’attrazione di novità, invece, deve e può spaziare. Ti spiego: con una giostra come la mia non costituisco un’attrazione nuova per un’altra città, e quindi vado a lavorare nelle regioni consolidate. Vice versa, se uno ha un’attrazione nuova, innovativa, ho bisogno di farla girare e di farla conoscere, ma costituisco anche una novità per le varie località. Comunque, c’è da dire anche che le aree sono sempre più piccole, e quindi non ci si può togliere il lavoro a vicenda. Si va dove si può andare. DC: Il pubblico è cambiato negli anni? Manuel: Sì, ci sono meno giovani, anche perché sono cambiati i gusti, e il numero di giovani sul territorio. Il lunapark, per esempio, funziona su feste collaudate, tradizionali, su fiere di paese. I grandi lunapark italiani, purtroppo, sono sul viale del tramonto. Erano Bologna, Verona, Genova e Perugia. Si può dire che quello di Verona e Bologna sono spariti, gli altri, a stento, resistono. DC: Com’è il mondo visto da un carrozzone? Non è diverso. Secondo la moglie di Manuel, hanno più spirito di adattamento. Manuel aggiunge che in estate va a fare l’autotrasportatore di pesce in Veneto, per far quadrare i conti. Dice che la crisi si sente parecchio, nel settore, e a volte toglie la voglia di andare avanti. "La mia giostra è stata avviata circa 40 anni fa, ma non possiamo permetterci il rinnovo costante delle attrezzature, perché è troppo costoso. L’ultimo è pari a quello del 1999. Manca un sistema finanziario idoneo. Sul piano finanziario siamo davvero strangolati. Puoi immaginare se uno acquista un’attrazione per decine o centinaia di migliaia di euro, e deve accendere un mutuo enorme, quando ha finito di pagarlo, l’attrazione è obsoleta, e nel frattempo ha dovuto spendere per rinnovo e/o manutenzione, e alla fine, se vuoi venderla, l’attrazione è vecchia…. Ma ciò nonostante, teniamo duro. Anche chi, come un dente cariato, non vuole o non riesce a levarsi". La famiglia aggiunge infatti che tutti i loro amici, parenti o conoscenti che si sono fermati, scesi dal carrozzone per una vita stabile sentono una nostalgia pazzesca e non riescono a realizzarsi. I più giovani, di solito, tornano.
DC: Pensate che il vostro lavoro abbia un futuro?
Manuel: Il futuro, come per tutti, è incerto. Finché ci saranno fiere e feste paesane, lavoreremo. Il problema è per i grossi luna-park, che noi chiamiamo “i parchi”. A proposito del nostro gergo, le nostre roulotte noi le chiamiamo ‘’carovane’’. Quella di mia suocera è spettacolare: è degli anni ’50, originale, è lunga 14 metri e apribile 1 metro per parte, quindi diventa 4,5 m interni, per quasi 50m2! Sai che in Italia siamo i primi nella costruzione di materiale abitativo e per le attrazioni di grande interesse? Mi ricollego e chiedo a Manuel come vanno le cose altrove. "A livello europeo – spiega - i colleghi sono molto meno numerosi, ma più agevolati. Per farti un esempio, in Italia siamo circa 15000esercenti, e in Germania sono solo 5000. Le condizioni però sono molto diverse. Per dirti, in Spagna e in Francia spaziano, si muovono molto per lavoro. I nostri colleghi italiani del sud vanno a lavorare anche in Albania e in Grecia, sono più avventurosi, e infatti noi li chiamiamo “avventurieri”. Da un punto di vista tecnico, ci rifacciamo tutti a normative nazionali: ISO e TÜV (una certificazione di gestione sicurezza alimentare e ambientale e per la qualità del sistema di gestione aziendale che costa circa 40mila euro!)" Chiedo alla famiglia Faccio Gregori se vuole aggiungere qualcosa: la moglie dice «per mio figlio vedo un futuro fuori dall’ambito delle giostre. Anche se questo mi farebbe male in cuore. Vorrei che studiasse». – Manuel invece lo lascerà libero di fare ciò che vorrà «l’importante è che lo faccia bene».
Siti di interesse: http://www.aaex.ru/ Art of Amusement Expo, Russia http://www.iaapa.org/ IAAPA International Association of Amusement Parks and Attractions http://www.prater.wien.info sito ufficiale del Prater, il lunapark di Vienna e il più antico del mondo http://www.tibidabo.es: sito ufficiale del Tibidabo, il lunapark di Barcellona, il secondo più antico al mondo

10 commenti:

lorenzo cairoli ha detto...

Ottimo, e ottima cosa i link a fine intervista.

Saretta ha detto...

bello bello bello! davvero una bella "storıa"

veronica ha detto...

bellissimo!

Marina ha detto...

Ciao DC, a volte penso sarebbe bello vivere in una roulotte e andarmene in giro per il mondo senza render conto a nessuno. Hai sempre nuovi argomenti e mi dispiace che la categoria sia in crisi...spero in una loro ripresa. A presto.

Anonimo ha detto...

5iLrd ghd hair straighteners
iUoz ugg boots sale
lElo michael kors outlet
1mXlp GHD
5qQvr burberry store
8nZbz chaussures ugg
4nWzu ghd nz
5rZej cheap louis vuitton
2zHpa michael kors bags
6aJml coach factory
9eLht ugg boots cheap
8bMhx nike nfl jerseys
1qGsc michael kors outlet
2wZgx styler ghd
0hIep discount uggs

Anonimo ha detto...

wPyg coach factory
pTlk cheap uggs
cMlr michael kors
7lNok cheap uggs
6tZda chi straighteners
8cWuk michael kors outlet
4iLrx nfl football jerseys
8gQil coach outlet
8yXdp north face outlet
7uYca botas ugg baratas
1wMar ghd outlet
2sPyr michael kors outlet
6tWwu nfl shop
2aVwn plancha ghd
5bWew discount ugg boots

Anonimo ha detto...

VwfUzz http://kuroebaggu.com/ OknFfs [url=http://kuroebaggu.com/]クロエ 通販[/url] HnyXdi http://saiyasunerubutan.com/ VbkYiw [url=http://saiyasunerubutan.com/]ルブタン ブーツ[/url] YnkEgy http://mcmhannbai.com/ NigLkx [url=http://mcmhannbai.com/]MCM[/url] QbdScc http://vuittonkakaku.com/ MpdInz [url=http://vuittonkakaku.com/]ルイヴィトン 財布[/url] CczRbq http://chloenihon.com/ QewFqz [url=http://chloenihon.com/]クロエ 財布[/url] GigZsp http://louboutindendou.com/ LcqNyj [url=http://louboutindendou.com/]クリスチャンルブタン 店舗[/url] HtkKsy http://guccisenmon.com/ TgvSkz [url=http://guccisenmon.com/]グッチ 財布[/url] IayXoe http://tuminihoo.com/ WioUwh [url=http://tuminihoo.com/]TUMI 26114[/url]

Anonimo ha detto...

jacjogrdzonma54 Outstanding post, I believe website owners should larn a lot from this website its real user genial .




student loans for bad credit

Anonimo ha detto...

jacjogrdzonma54 very interesting points you have remarked, regards for putting up.




unsecured loans

Anonimo ha detto...

personal loan debt


consolidate credit


education consolidation loans


credit loan consolidation


credit union debt consolidation loan


consumer credit