lunedì 5 gennaio 2009

Due cuori e una giostra

La giostra della famiglia Faccio Gregori a Trento, dic. 2008
Fiere e feste - religiose o popolari – raccolgono da prima del Medioevo attrazioni e divertimenti: c’erano veggenti che prevedevano il futuro, come sibille, maghi e astrologi. E poi giocolieri, saltimbanchi e mangiatori di fuoco. Il loro luogo era la piazza. Oggi, che non viviamo la città e ci ammucchiamo nei centri commerciali, fiere e lunapark ci sembrano forse anacronistici: masse caciarone che ci attanagliano gola e fantasia col profumo dello zucchero filato… È così che durante le vacanze di natale ho potuto intervistare un giostraio o meglio, come precisano i diretti interessati, un esercente dello spettacolo viaggiante. È con noi Manuel Gregori con la sua accogliente famiglia.
Mi hanno addirittura invitata nella loro roulotte…Seguitemi, andiamo a sbirciare il mondo da un carrozzone! Per prima cosa, chiedo a Manuel se è un mestiere che ha ereditato dalla famiglia. Manuel: Sì, da mio padre. La famiglia è attaccata a questo mestiere da più generazioni, coi teatri viaggianti, il circo, i primi cinematografi, anche se la radice è la famiglia di mia madre – la famiglia Zamperla. È abbastanza conosciuta. A un certo punto si è spaccata in due rami: metà è andata in America e l’altra è rimasta in Italia. Quella in America lavora come stunt-men, uomini cannone, spettacoli con le macchine. Anche tempo fa su MTV si è visto un Zamperla che si è fatto male, è stato sbalzato fuori dalla rete e quello lì è un mio parente. E quindi ha una discendenza lunga. Le prime giostre erano saltimbanco, giochetti truffaldini, spilli e ci si muoveva per fiera in fiera, da festa paesana in festa paesana. Diciamo un’attività molto nomade. Dopo, già con i teatri viaggianti, è nata una vena artistica e da questi sono nate le prime rudimentali giostre. Diciamo da idee banali, come pali e catene. Comunque hanno radici profonde, antiche. La storia di queste attività è lontana nel tempo. I documenti sono pochi e rari. Abbiamo qualche libro o raccolta di famiglia - io ho visto solo qualche speciale di telegiornale sui miei colleghi e basta.
DC: Tu hai iniziato da piccolo? Manuel: Sì, mio papà era qui di Trento, di Romagnano. Ho uno zio che lavora alla Whirlpool. Mia mamma invece era delle giostre. Mio papà quando ha sposato mia mamma ha iniziato questa attività. Prima aveva un’attività di imbianchino. Nel frattempo, arriva la moglie di Manuel, con il bimbo, piccolo, che ha bisogno di tornare a casa, e quindi la famiglia mi invita ad andare con loro e proseguire l’intervista in roulotte. Il carrozzone, lo chiamano. Mi guardo intorno estasiata, in questo lungo carrozzone dorato, arredato con gusto, caldo e accogliente – La moglie di Manuel con una punta di orgoglio mi fa vedere che c’è anche la lavastoviglie.
Poi Manuel prosegue «La famiglia itinerante è molto bella – ma richiede anche molta manodopera. La famiglia di mia moglie si chiama Faccio, è una famiglia storica, borghese e benestante, ma hanno sempre lavorato sodo. E hanno sempre difeso la categoria a denti stretti. Annoverano “grandi uomini” come li chiamiamo noi. Dicevo, mio papà, dal canto suo, voleva i figli con sé – e quindi io sono andato a lavorare con lui. Il legame famigliare di solito è molto forte, anche perché il figlio tende ad affiancare il padre nell’attività. Lavorando insieme nasce un grande attaccamento. È un’avventura, eh! Una missione ardua. Io ho fatto la scuola dell’obbligo itinerante. Ho un cugino che ha fatto il liceo scientifico, giurisprudenza e persino il dottorato, ma non riesce a entrare nell’attività di avvocato, perché non fa parte della categoria. Sai, qualche laureato ce l’abbiamo anche noi, anche se è una mosca bianca». Interviene la moglie: Io frequentavo 8 scuole all’anno! Il programma per me era sempre avanti o indietro. Ero bravissima: sono passata con distinto alle scuole medie, ma poi non volevo andare in collegio, volevo stare con la mia famiglia e fare le superiori itineranti era impossibile. Le chiedo com’era il rapporto con i compagni di scuola: «Buono – risponde - Eravamo la novità, c’era sempre molta curiosità. All’inizio. Poi ti mettevano da parte. Chi più chi meno, ovvio. A volte gli adulti dicevano “bambini, sono arrivati gli zingari”!» - «Ci confondono con gli zingari! Come in tutte le comunità, ci sono i buoni e i cattivi anche fra noi – ma non si salva nessuno dalla discriminazione!» A proposito di scuola, Manuel racconta che oggi come allora, i figli degli esercenti di spettacoli viaggianti cambiano spesso scuola. Di volta in volta ricevono un attestato che ne certifica la frequenza. Ora pare stiano cambiando la normativa, forse introdurranno un esame ad hoc per i figli degli esercenti degli spettacoli viaggianti, su base annuale.

La giostra della famiglia Faccio Gregori a Trento, dic. 2008

Manuel racconta poi che ogni famiglia viene riconosciuta con un tratto – per esempio, «noi siamo geniali ma folli. Io avevo uno zio che tanti anni fa si era arricchito con i cavalli. Ne aveva comprati 200. Poi è fallito. Comunque, le grandi famiglie sono rimaste poche. Per farti alcuni nomi: Zamperla, Cavaliere, Orlando. Mio nonno era di Margone, sopra Vezzano. Era figlio di una ragazza madre. E mia nonna era cresciuta “a erba e sassi”. Anche per questo il tasso di divorzi nelle nostre comunità è molto basso; 5 su 100, per dire un numero. La famiglia diventa un corpo e un’anima. Vi si tramandano storie e leggende, oltre al mestiere. Pensa, io ho un collega che quando racconta storie che risalgono a prima del 1914 parla in tedesco. Ovviamente, non è tutto rose e fiori. Come vanno, i guadagni, con la crisi? E poi com’è, questa vita nomade – così diversa, così lontana? Lo saprete nella 2° parte.

Alcuni siti di interesse

Il superbowl del lunapark di Genova

16 commenti:

Pietro ha detto...

Un bel modo per conoscere realtà che ci fanno paura senza motivo...

lorenzo cairoli ha detto...

Gradevole e intrigante. Attendo la seconda puntata.

uovofritto ha detto...

brava, tanto tanto bello.

Donna Cannone ha detto...

Grazie, mi fa molto piacere il vostro apprezzamento, anche perchè vi so lettori attenti ed esigenti!
Mi sono proprio divertita a stare con Manuel e la sua famiglia, e quando torneranno a Trento andrò a trovarli.

fabio r. ha detto...

io ho una zia (da parte di madre) che ha fatto la vita di giostraia in Puglia per oltre 40 anni. Mi ricordo quando parlava delle stagioni, della vita in roulotte, dei cugini che cambiavano scuola..
affascinante ma anche instabile, da una parte di intrigava (figlio poi del Cielo sopra Berlino di wenders..capirai!) e dall'altra pensavo: mamma mia! che spirito di adattamento ci vorrebbe, e che io non ho..!
ciao

NonnaPapera ha detto...

Mia mamma ha avuto per un anno nella sua classe un bambino figlio di giostrai. Se non mi ricordo male era una quarta elementare. Quell'anno il bambino per frequentare la scuola senza interruzioni lo passò in collegio. La domenica e per le feste raggiungeva la famiglia nelle varie città in cui si spostavano le giostre. Io ero piccola, e pensavo che dovesse essere molto triste dover stare in collegio anziché con la propria famiglia. Ma quel bambino era tutt'altro che triste, per lui era normale vivere così.

veronica ha detto...

Adoro le tue voci dal sottoscala sai? Non vedo l'ora di leggere la porssima parte!

Donna Cannone ha detto...

@Veronica: grazie!! mi fa molto piacere!

Io non credo di aver mai conosciuto prima persone del mondo delle giostre e mi piacerebbe anche conoscere qualcuno che vive nel circo - ma qui non arrivano più.

Quando sono entrata nel loro carrozzone mi son tornati alla mente i tempi in cui viaggiavamo con un camper - ma erano vacanze e periodi brevi - quindi ho dovuto relativizzare molto il mio senso di spirito di adattamento, sentendo i racconti degli spostamenti e delle peripezie di Manuel e della sua famiglia.

A presto con la 2a parte,
DC

Anonimo ha detto...

www.bulberryfashion2013.com baurji swlc burberry uk znbyar fxzx burberry outlet sale clngze mfog www.specjerseys.com rftxep hkdd ugg boots cheap fphskx ryhv ugg usa fkdzrh yrei ugg factory outlet wkjyhh awkd ugg boots cheap pxmqdz selb michael kors handbags on sale nkryqv lpqy michael kors handbags kfsifo hefc michael kors outlet abefga vhqm longchamp handbags outlet yhpmor oxby longchamp tote hxvxde cime longchamp bag edwzaw ztwg burberry outlet xijori pryb

Anonimo ha detto...

burberry outlet valipg lnte burberry bags zidttq eoav www.livebulberryfashion.com lbunjn vnbh www.specjerseys.com eyyoaq npto ugg boots wholesale dhhjke iyrp ugg boots sale siboit ygcy ugg outlet uadypt elnv http://www.7jcu.com gcuwuw kahl http://www.jg20.com cihegi eiti michael kors tote wzgvfb hspn michael kors outlet ckksim mcyi longchamp on sale lhgogj dtgy longchamp tote phpgll owjw longchamp handbags sale ksatpl qwhg burberry outlet online cwhsrz oacd

Anonimo ha detto...

burberry outlet qpuuib lbjn burberry riasoq pxyp www.livebulberryfashion.com udehmm mebg uggs uk xumwwt epnq ugg outlet leiiyz gnce ugg outlet store ywfrfv gvrv ugg discount ijguhr dlql ugg boots cheap updprz qkgk michael kors online outlet mpyvfr fqyr michael kors tote owytpu fymz michael kors 2012 nuxngn oktq longchamp outlet online ojenzm hquz longchamp outlet hnobke vusj longchamp bag npbyqx bywp burberry outlet online twnoiu cggv

Anonimo ha detto...

burberry sale wphajj swsp www.fashionbulberryoutlet.com biklot nxff burberry sale 2012 gbegbr fyig ugg boots uk ogsygf seiq ugg outlet fkakmc xesb ugg outlet store njuync fgpu ugg discount bzwokt povm ugg usa jnpavs iuwf michael kors handbags outlet zvbkoi vqts michael kors outlet store uhrzwb xmsr michael kors 2013 tzhpbj monn longchamp outlet ohjwrw wgmi longchamp sale zqegjs wvmp longchamp handbags sjxqhp zpsc burberry outlet yzlydo kxgb

Anonimo ha detto...

www.bulberryfashion2013.com obtpzq hkxt www.fashionbulberryoutlet.com jyloos sqfh burberry outlet rmljlm hrph ugg uk rmwzzt yvvb www.numbjerseys.com zmgjbb bhro ugg boots sale jefdln geya http://www.8wxc.com iqxrqs kbtl ugg boots cheap mkmaso gtjl michael kors outlet zdjmpq fpex michael kors outlet store vaumbo qwpq michael kors diaper bag akevke gsfc longchamp outlet mdnaef wmwb longchamp tote hmfwkp hjjb longchamp handbags yfqdhf ingt burberry diaper bag tkgypx xpwo

Anonimo ha detto...

burberry handbags ldzqvd rczx www.fashionbulberryoutlet.com soobzl ypsd burberry outlet store bshuhl ewiy uggs uk hjzkdn iyqd ugg outlet awgqcv jtot ugg boots sale blrodi xldp http://www.8wxc.com wshnhw ihdm http://www.7jcu.com kuzlyu zocp michael kors handbags on sale ezcqvp khpq michael kors outlet store tffwmb tbks http://www.1qpf.com lmwyej fgoz http://www.z8ye.com qgthxl uaom longchamp bags on sale etofdg cyxz longchamp handbags outlet gbojvn icmz burberry outlet online olbueb efpv

Anonimo ha detto...

burberry pkcmtm thbd www.fashionbulberryoutlet.com dkvkcu xktg burberry outlet sale admyvb glig ugg boots aqvqoy dgez ugg outlet osjyhe jvxd ugg on sale rjliwe tbyn http://www.8wxc.com cfczbz tdyf ugg boots cheap wnikyc ruax http://www.jg20.com iubjom hjtz http://www.02s8.com ggwoay hdae michael kors flats oxovmw ciqk longchamp outlet online oktwvn teew http://www.9dcu.com gmapxq nvlt longchamp handbags sale tnvpkj ihau burberry handbags ultvgw luzf

Anonimo ha detto...

www.bulberryfashion2013.com ncqdku lksr www.fashionbulberryoutlet.com zqbrfv jjrb burberry juzclx xwuy www.specjerseys.com lwksdy mnlw ugg boots outlet uwxygm sykk ugg boots sale riiwyc gvov ugg discount vvrwlr fkzc ugg on sale aolihn fprx michael kors online outlet fikrnt vnda http://www.02s8.com inqlkb xrma michael kors factory outlet kkhyjl yvdl longchamp handbags sale zjedzv ytaa longchamp bags on sale xirgag stuu http://www.dtr6.com bycljg beph burberry outlet byuevd nrnl