domenica 20 luglio 2008

il fine del fine

Un altoatesino - per nome il rumore di una parete che si sbreccia - è precipitato in Asia da una montagna che stava scalando. Il fine pare fosse trovare una nuova via per la cima. Perchè, le altre erano intasate? C'erano dei lavori in corso? Stavano costruendo la 4a corsia? Vista la ressa per raggiungerla, quella cima, il fine del fine francamente sfugge. Speriamo non sia sfuggito al diretto interessato, cui il senso di tutto la montagna deve alla fine averlo rivelato, salutandolo con l'eco del suo urlo.
(Nella foto, un precipitato)

8 commenti:

silvano ha detto...

Acido cloridrico nella provetta. Morte sul lavoro?

Pellescura ha detto...

Mi lasciano perplesso gli avventurieri assetati di vanagloria.
Non farei mai una cosa per cui, se mi andasse male, gli altri potrebbero dire "Ma chi gliel'ha fatto fare?"
Triste il mondo che ha bisogno di eroi e più tristi coloro che vogliono essere eroi ad ogni costo.

Anonimo ha detto...

adrenalina adrenalina adrenalina
competicontestesso conituoilimiti
adrenalina adrenalina adrenalina
sfida la vita inganna la morte
adrenalina adrenalina adrenalina
nolimits come gli orologi
adrenalina adrenalina adrenalina
osa osa osa osa vinci vinci vinci

Stasera sfiderò un piatto di spaghetti con le vongole e un bottiglia di vermentino

e guardando l'ultima edizione del tiggì mentre parlano di montagne... scalare...cadere...zzz...zzz

Wilson

Anna ha detto...

Quando ho appreso la notizia ho fatto la tua stessa riflessione.
Ma non potrebbero usare le loro energie per qualcosa di più costruttivo?

Anonimo ha detto...

Il mondo è bello perché è vario, sennò sai che noia!

Donna Cannone ha detto...

Ho lasciato per ben due volte un commento all'articolo di ieri su L'Adige, in cui si dice che i 2 alpinisti sopravvissuti saranno salvati oggi, per ribadire il tuo concetto.
Siccome L'adige, come il centro sociale bruno e come l'aspirante politico trentino nei ns link, attiva la moderazione, NON li hanno pubblicati. Non accettano che si possa mettere in discussionel'alpinismo. Che chi gira il mondo solo a salar roccia possa essere considerato semplicemente un alienato, che, in questi casi, ha l'aggravante di costare fior di milioni di vecchie lire che potrebbero sfamare tanti poveri.

Fra alienati, ci si intende....
Vorrei sentire il parere di daniele & musa, su questo el dorado patria di alpinisti estremi e non solo....

Bufalo ha detto...

Con questa vostra mentalità, l'Uomo non avrebbe mai messo a punto le tecniche agricole, dominato il fuoco, addestrato e sfruttato gli animali.
E' l'istinto sano di mettersi alla prova negli ambienti più inospitali (ma le nostre città non lo sono ? Vi ritenete davvero superiori e diversi da Karl ? Poveracci ... non vedete nemmeno voi stessi e/o conducete una vita agiata) e di calpestare e aprire nuove strade.

Vi vedo tutti desiderosi di stare in pantofole davanti alla tele a guardare il tiggì unico di Stato (magari con frittatona di cipolle, birra Peroni ghiacciata e - ovviamente - rutto libero) dopo otto ore di lavoro nel kombinat' (di cui 2 effettive, e 6 di verbose riunioni sindacali e/o vodka) : quella era Vita !

Ah ah ah ...

Donna Cannone ha detto...

Caro Bufalo, ti sbagli proprio.
Mi sembra che tu faccia un po' di confusione fra l'evoluzione - le scoperte e le invenzioni della preistoria, e l'horror vacui che domina nelle pance di questi nostri corregionali...

Non c'è molto di epico, secondo me, nell'immolarsi così.
Non li ammiro e, per quanto mi riguarda, non conduciamo la viat che ci attribusici.

Saluti cannonici