lunedì 18 agosto 2008

chi ve lo fa fare?

Chi ve lo fa fare? C’è gente che esce di casa in ciabatte con dei maccheroni fumanti in una busta, chi lava il vasetto dello Yogurth e chi, ci scommetto, toglie l’etichetta dalle bottiglie perché quella è carta e questo è vetro. A gratis. Lo chiamano “fare la differenziata”: parola d'ordine di una setta che vorrebbe cambiare il rifiuto in un magari, non si può mai sapere, hai visto mai. Qualche seguace mi spiega che per chi non segue i sacri dettami del pattume sono previste delle sanzioni, altri arrivano a vaneggiare di angeli fustigatori sotto le sembianze di vigili che ti fermano sulla soglia di casa per accertare cosa stai buttando nel cassonetto giallo e cosa in quello verde. Se gli domandi di indicarti chi e dove abbia visto una scena simile invariabilmente ti rispondono: mio cugino, a Lourdes. C’è chi, laico, fa appello al risparmio che ne ricaverebbe la Provincia e quindi sé stesso, riuscendo a non scoppiare a ridere di quei 4 centesimi di dividendo che gli toccherebbero dopo una vita di distinguo da esaurimento. Altri, quelli che hanno viaggiato, fanno appello al pianeta. Tutta sta fatica di distinguere il foglio di Ferrara dal resto dell’immondizia per cosa allora, per un filo d’aria a New York? Qualcun altro ripete una frase con cui da piccino gli hanno fatto fare quello che volevano: faccio la differenziata perché se tutti facessero così…. Ma davvero regolate il vostro comportamento su quello, ipotetico, degli altri? allora tanto vale gettare banconote per terra perché se lo fanno tutti alla fine ci guadagno. Poi ci sono i filosofi. Quelli che ti rispondono: faccio la raccolta differenziata perché è giusto. Senza che questi Aristotele da discarica sappiano fornire una definizione di giustizia che non sia un balbettio di etica e frattaglie. Trasimaco, zozzone del quarto secolo, definiva la giustizia come l’utile del più forte. Forse c’è qualcuno con tanta forza da lavarci il cervello e, col sapone debitamente riutilizzato, sciacquarsi la coscienza.

17 commenti:

Ishtar ha detto...

Ciao, sai una cosa che non trovo giusta, che ogni regione ha i contenitori con colori diversi ma avvolte anche all'interno della stessa le città non adottano gli stessi bidoni e colori!
Quando a trovare mia sorella a Bologna o la mia amica a Roma faccio sempre confusione e che diamine io li farei tutti uguali ma non solo in Italia anche in tutta Europa però diminuirei di molto le tasse sui rifiuti perchè loro ci guadagnano e quelli che pagano e si rompono pure le bip sono sempre i soliti sfigagi cittadini!
Ovviamente io sono pro raccolta differenziata, ciao

Pipoca ha detto...

Nella mia città han tolto i cassonetti, ché la raccolta differenziata la fanno Porta a Porta (!!!) la mattina. Così il comune ci ha fatto pure il calendario e ogni giorno cambia il tipo d'immondizia che bisogna buttar via.
Che va bene lo ammetto: io qualche volta baro. Che la carta la puoi buttare solo il lunedì dalle 6 alle 9 e se salti il giorno, che magari dormi fino alle 9, appunto, c'hai in casa la carta per 15 giorni. Che non ti puoi immaginare quel che succede con il multimateriale, che dopo un po' puzza, come l'organico e soprattutto quando mangi il melone, che se salti il giorno giusto te lo tieni in casa per 3 anche 4 giorni. Che una volta mi han sgamato una bottiglia di plastica nel giorno sbagliato e mi hanno lasciato l'immondizia proprio davanti al portone. Che poi il vicino si è incazzato e mi ha affisso un cartello al portone che non bisogna si lasciare l'immondizia per la strada oltre l'orario consentito, che io allora ci ho scritto sotto che era stato il vicino, con tanto di nome e cognome, che non si sa mai...

Mr.Tambourine ha detto...

Ottima provocazione.
Bel linguaggio, bella scrittura.
Continuerò a leggerti.
C.

Franco Zaio ha detto...

La raccolta differenziata è uno degli ultimi gesti di responsabilità civica che possiamo fare per illuderci di fare parte di una comunità e che il mondo si può migliorare. Se no fanculo tutti e tutto. Provocazione giunta a segno. Io consiglio tanto per cambiare un libro: http://www.lafeltrinelli.it/products/9788807171291|2/La_rivoluzione_dei_dettagli/Marinella_Correggia.html?cat1=1&page=1&prkw=la+rivoluzione+dei+dettagli
Ciao

Marina ha detto...

La differenziata e' una rottura di palle. Anche nel mio comune passano al mattino porta a porta. Mio marito dopo 4 anni che viviamo qui non ha ancora imparato in quali giorni portano via il secco o l' umido o il multimateriale. Quasi ogni giorni devi scendere nel garage a prendere il bidone del giorno....quello dell' umido lo tengo fuori nel terrazzo, sotto il lavello lo trovo anti igienico. Siamo schiavi della raccolta differenziata, schiavi del consumismo....se non ricordo male ai nostri nonni versavano il latte nella bottiglia fuori dalla porta tutte le mattine....
E i pacchi di merendine? Un trauma: il contenitore nella carta, l' involucro nel secco.
A volte baro anch'io e getto nel secco pure il cartone; intanto le tasse per le immondizie aumentano sempre di piu'.

wilson ha detto...

Secondo me è l'ennesima presa per il regal sedere che ci stanno propinando.

Anonimo ha detto...

"L'utile del più forte": URCA! Roba da non dormirci la notte... Sara

Fritz Salamini ha detto...

Io sono stra a favore della diferenziata, in germania, che è un paese civile e sono esperti in pulizie dalla seconda guerra mondiale, ci sono diversi contenitori per il vetro in base al colore, cosa che ritengo assurda invece è la raccolta porta a porta, che non trovo sostenibile a livello logistico

musa capricciosa ha detto...

A me piace differenziare. Mi fa ritrovare i bei tempi dell'asilo, in cui inserivo le formine nei buchi appositi :-)

Mike ha detto...

Poldino sei sempre contro tutto e tutti, un polemico di natura.
Quindi secondo te recuperare il recuperabile, risparmiare energia e materie prime e, di conseguenza, salvaguardare l'ambiente, sarebbe una sciocchezza?
Forse sei uno di quei napoletani che bruciavano la munnezza? VERGOGNATI!

Poldino ha detto...

Mike, tu al posto mio che avresti fatto?
(Perchè ti firmi VERGONA?)

Donna Cannone ha detto...

é tornato mike bongiorno!!! welcome back

Abbraccio poldino e la sua provocazione. Credo sia uno schiaffo alla miseria pagare della gente (vigili e guardie varie) per fargli controllare il contenuto dei bidoni. Ovvio che chi fa questo lavoro è peggio dei condor del controllo del parcheggio e non posso che augurargli di reincarnarsi in una diatomea per 5 volte.

A me è successo che venisse il vigile a casa a suonare il campanello e controllare la differenziata di tutto il condominio. Con eleganza gli sono passata accanto ignorandolo.

Quando posso, disobbedisco

Daniele ha detto...

Una gestione scorretta dei rifiuti porta a risultati pessimi. Napoli è stato solo l'esempio più eclatante, ma basta girare nelle città più grandi per farsene un'idea.
Senza appellarsi al rispetto di grandi ideali, penso che differenziare sia motivato essenzuakmente da due ragioni.
La prima è economica: si pagano meno imposte, dal momento che per l'indifferenziato c'è un contributo da versare ad ogni ritiro.
La seconda è di vantaggio personale, seppure non economico. Io preferisco vivere in una città pulita che in una nella quale accanto ai cassonetti ci sono le piramidi di pannolini e residui del pranzo.
La differenza tra la prima città e la seconda sta proprio nel modo in cui la "monnezza" è gestita.

wilson ha detto...

SIOR MIKE QUANDO IMITA IL SUO CAPO MI Fà VENIRE UN Pò PAURA...

Gennaro Cannolicchio ha detto...

è un problema complesso che deve essere affrontato a livello di amministrazione locale e nazionale, non si può pretendere dalla gente di differenziare in casa; un minimo si ma non tutto. Prendiamo esempio dalla Spagna che in fatto di pulizia batte tutti!

Mister_NixOS ha detto...

Posto che sono a favore della raccolta differenziata, soprattutto per il tipo di cultura che contribuisce a diffondere, di rispetto dell'ambiente, delle città, in conseguenza delle persone tutte e dunque implicitamente di buona cittadinanza, domanda per gennaro cannolicchio:

cosa fanno esattamente in spagna?

Ciao!
Mister_NixOS

poldino ha detto...

scopano da mane a sera.