giovedì 14 agosto 2008

cara Vezzali, a Borghezio pensaci tu

ROMA (13 agosto) - La politica e la presunta "superiorità padana" arrivano anche alle Olimpiadi. A traghettare il sogno, o meglio l'incubo, dell'idea di una parte d'Italia "migliore" per nascita, anzi, per luogo, è il capodelegazione della Lega Nord al Parlamento europeo, Mario Borghezio, secondo il quale le prime medaglie d'oro olimpiche vinte da atleti del Nord testimoniano una «superiorità etnica dei padani». (il Messaggero, 13.08.2008) (Nella foto l'opposizione mentre non fa una grinza)

4 commenti:

articolo21 ha detto...

Heil Borghezio! Ma dimme te...

Alessandro Arcuri ha detto...

Ah signore... come diceva Luttazzi (a proposito di Calderoli, però... ma fa lo stesso) "a uno così non puoi nemmeno rispondergli. Devi limitarti a guardarlo sbigottito!"

storie di tamarri ha detto...

penso a tutti i miei conterranei che hanno votato per il Popolo della Libertà. quando apriranno gli occhi?

silvano ha detto...

Spero sempre ardentemente che nella determinazione dei vissuti e dei destini le etnie non c'entrino nulla. Se così fosse e Borghezio fosse portatore di una superiorità genetica "nordica" noi suoi conterranei che saremmo?
Aiutoooo.
voglio essere uno scarto genetico.
cioa, silvano.