giovedì 7 agosto 2008

Il Fulmine Funesta il Funambolo

Ho aspettato settimane il mercoledì lunare a Mezzolombardo organizzato da ‘Il Funambolo’ di Trento. Stasera c'è un funambolo v-e-r-o! Guido immaginando una scena alla Márquez; o un villaggio à la Profundo Carmesì asfalto spazzolato dalla polvere, nasi di bambini all’insù; tutti a guardare la luna e l’uomo sulla fune e fare ooooooooooooh!
Arrivo in anticipo. Il paese è semivuoto, ma c’è aspettativa nell’aria; aprono i primi negozi. Parcheggio sull’aiuola del campanile, inimicandomi gli ultimi santi. Faccio un paio di vasche. Arriva gente, ma del funambolo nessuna notizia. Solo i pali con la fune e le bandiere al vento. Vascheggio guardinga, senza allontanarmi troppo. A dirla tutta, sono un po’ delusa: avevo sentito che i funamboli camminano a decine di metri sopra le teste della gente. Questa fune sarà a neanche 20m. comunque, come fa a non cadere? E non avrà paura? Oddio! E SE CADE??
Alle 9 la gente si accalca. Mi spintona per la decima volta la sorella 15enne di Cindy Lauper versione dark, fra i capelli cotonati si impigliano le parolacce da ‘dura’. E poi via, carrozzine sui piedi, pance sudate e pance incinte. Facce plasmate con la terra dei vigneti rotaliani e nasi scavati nelle grotte di Mezzocorona. Mangiatori di patate. Poi le mamme cominciano a lamentarsi, sono le 9.20 - ancor niente spettacolo e si sta alzando un gran vento. Mi preoccupo per il funambolo: come farà a stare in equilibrio?
Alle 10 perdo le speranze.
Si vede che non se la sente. Forse non ha digerito la torta di patate. Comunque sia, nessuno si prende la briga di avvisarmi. La folla si dirada. Torno alla macchina; nell’attesa ho comprato un vestitino delizioso. Il vento monta caricando un temporale. I primi fulmini squarciano il cielo e i goccioloni picchiano sul parabrezza; taglio il paese evitando la folla impazzita come in fuga da King Kong.

il mio vestito nuovo

Varco la notte, delusa. Metto Mask dei Bauhaus. La mia serata funambolica è persa. Credo per sempre. O almeno per anni. Ma quando mi ricapita un funambolo? A casa, accendo la luce e le sonate per violoncello di Bach. Anche qui sta per piovere. Indosso il vestito nuovo, cambio gli orecchini. Alle 10.40 mi telefona Poldino: dove sei? - A casa, e tu? - Sto qui, sotto la fune, pare che parte. Il post qui sopra racconta come è andata….

3 commenti:

musa capricciosa ha detto...

Cindy Lauper l'ho vista anch'io.Peccato abbiano iniziato così tardi. pensa un po', c'eravamo anche Daniele ed io tra la folla.

bello il vestitino, com'è che non l'ho trovato io? :-P

Anonimo ha detto...

mercoledì 6 agosto _ ore 20.30 _ Mezzolombardo

il Funambolo presenta:
IL CIRCO SULLA LUNA

Mercoledì 6 agosto, per le strade di Mezzolombardo, prenderà vita un circo lunare, una carovana precipitata dalla luna e nuovamente in partenza per tornarvi. Tutti gli eventi della serata sono inquadrati in questa cornice, l’intero centro del paese è allestito e reinventato inseguendo le suggestioni di questa idea, la visione di ciò che il circo potrebbe essere se si potesse davvero spostare sulla luna. È dunque riconoscibile l’impronta tradizionale dello spettacolo di strada e dell’arte circense, ma al contempo tutto sembra nuovo, sospeso nella proiezione su un altro mondo.

del Circo sulla Luna fanno parte:

WALTER MOSHAMMER _ funambolo e acrobata _
www.zirkus-meer.at

CIRCO ABUSIVO - musica tzigana, balcanica e rom _
www.myspace.com/circoabusivo

MUZIRKUS _ musica e arti circensi _
www.myspace.com/muzirkus

ANDREA CALTRAN e BENEDETTA ZALLOCCO _ attori _

NICOLA SORDO e GIUSEPPE VETTI _ clown _

L'allestimento è a cura di IL FUNAMBOLO con la collaborazione di DENIS PASCON (statue cartapesta) e LISA VUERICH (installazione silohuettes)

a chiudere la serata (23 circa) la camminata sul filo del funambolo austriaco (dopo tanto parlarne un po' di pratica funambolica reale)

siete tutti i benvenuti!

il Funambolo

Associazione il Funambolo
www.ilfunambolo.it
info@ilfunambolo.it
Tel. 349.7256556

Benedetta ha detto...

E io che dovevo pure fare l'attrice...sai che gioia tutta quella pioggia, tanto lavoro per nulla. Se solo avessi avuto un cazzo di microfono funzionante. avrei tollerato pure la pioggia ma così...serata da dimentocare e io non mi sono neanche comprata un nuovo abitino