giovedì 17 aprile 2008

E sfascio sia!



Il Nicaragua si fa sempre più allettante, ma siccome non posso partire, per ora RESISTO. Dal mio sofà virtuale vi invito a sbocconcellare ghiotte pietanze di vizi e peccati italioti cotti a fuoco lento. Ecco il menù: purea di becera ignoranza, flan di beotaggine e magagne gratin, compôte di stupidità ed entrecôte di ignoranza al sangue.

New York: Il ristorante sta all’italiano medio all’estero come il Parlamento Europeo a Berlusconi: poco edificante; il connazionale cerca lo spaghetto al dente, non è in grado di chiedere conti separati, quindi insulta il cameriere e lascia mance inadeguate. Infine esce stizzito rimpiangendo le lasagne di mammà.

Ignorare le lingue straniere impedisce di cogliere i propri limiti e le differenze interculturali. Dall’inglese allo spagnolo, l’italiano medio ignora l’arabo e il cinese, dalla cui incomprensione nel migliore dei casi coltiva disprezzo.
Del resto, visto l’esito delle elezioni, la conoscenza dell'italiano pare non essere condizione sufficiente a ragionare ed elaborare la realtà.

What’s your name? Pax vobiscus.
Paese superbamente anacronistico, in un’Unione Europea che nel 2008 conta 27 Stati membri e 23 lingue ufficiali. Ma come biasimarci, quando è assordante il silenzio dei mass media su come si vive, si governa, si pensa, si ama, si ironizza e si crepa, altrove in Europa? Dal Portogallo alla Finlandia, i notiziari tacciono, (salvo per bombe ETA e qualche goal).

Crogiuolo di lancinanti e selvatiche contraddizioni: l’Italia è ormai uno dei rari Paesi dove programmi televisivi e film stranieri non vengono sottotitolati, ma tradotti.


Forse l’unico Stato del pianeta dove l’insuperbita ignoranza delle lingue straniere si abbina alla riproposta della MESSA IN LATINO. (Lingua morta). Ore e ore di formule mandate a memoria e ripetute come mantra di cui non si capisce un cazzo.
(E guai a chiamarla oppio dei popoli, sporki komunisti!)

Laif is nau
Italia meta di turismo o IMMIGRAZIONE SU CARRETTE DEL MARE? Patria di turisti e viaggiatori o di EMIGRANTI? Di imprenditori e fashionistas o di RICERCATORI IN FUGA? Non conoscere le lingue significa ESSERE DIPENDENTI: da chi le conosce e traduce (o NON traduce) per te.

Se nell’autonomo e bilingue Alto Adige hanno appena arrestato 16 naziskin per incitamento alla discriminazione, odio e violenza per motivi razziali, etnici e nazionali, cosa possiamo aspettarci nelle prossime settimane?


Ehi, il 2008 sarebbe l’Anno europeo del dialogo interculturale!
Apparently, we don’t give a fuck. …Ooops! Pardon my French!


12 commenti:

clark kent ha detto...

onorati della proposta di scambio di link
abbiamo già provveduto sul nostro blog
clark :)

Donna Cannone ha detto...

Linkato, con piacere
Saluti

il Russo ha detto...

Dopo aver letto le ultime "buone nuove", il prossimo passo spararsi nei maroni immagino...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Basterebbe rendere anche solo più interattivo il telecomando

Sky ti permette di decidere con i film e non solo con quelli se vuoi sottotitoli ma soprattutto lingua originale. La tecnologia c'è basterebbe utilizzarla senza magari alzare senza motivo un canone, quello RAI, assolutamente illegale, figlio di un balzello da Medioevo e che paghiamo solo per vedere spazzatura come del resto nelle reti mediaset.

Anonimo ha detto...

E' la prima volta che arrivo sul tuo blog.
Mi sa che c'è il famoso e famigerato ponte Trento-Trieste... (Sai che esistono persone ancora convinte della sua esistenza?!) Il 23 aprile è la giornata mondiale del libro e io sarei curioso di scoprire se (ed eventualmente cosa) leggono Borghezio, Lombardo, Gasparri, Berlusconi, Castelli, La Russa, la Santanchè, la Mussolini, Schifani, Cicchitto, Gentilini, Fede, Vespa. http://lucianoidefix.typepad.com/

Donna Cannone ha detto...

Passando dal Gobbo del Pollaio, ho raggiunto questo blog messicano (lo trovate ora anche nei link):
Capita a fagiolo con quello che ho scritto oggi, e NON VI DELUDERA':

http://gritosenelsilencio.blogspot.com/

@Lucianoidefix: welcome on board! Sarà un piacere averti con noi, c'è posto per tutti, qui! :-)

vado a cercarmi qualcosa sulla giornata del libro!

Salutoni

tommi ha detto...

iniziato il periodo di depressione? benvenuta...

Donna Cannone ha detto...

No, quello c'è da mo'. Apocalittica pressochè dalla nascita. A dire il vero, questa svolta berlusconiana che ha smutandato finalmente di che pasta son fatti gli italiani, mi diverte.

Sono intenzionata a resistere, non a cedere!

rudyguevara ha detto...

immagino che in italia,visto il successo della lega,verranno ripristinati i dialetti.....ma nn quelli di ogni città,beninteso,il lumbard,il veneto e via discorrendo.il dizionario lo stilerà bossi,con la supervisione di calderoli,quello che nn legge nemmeno le leggi che portano il suo nome,ma in questo importante caso farà un'eccezione!riguardo al menu',io soffro di reflusso gastrico,che dici,sarà meglio che mi astenga?

La Donna Cannone ha detto...

@Rudyguevara: reflusso gastrico? Tu ne soffri, noi ne soffriremo, ma questo passa il convento,.....

Qui le colleghe commentano in dialetto, narrano di madri che si sono sposate in altre valli e hanno imparato il dialetto del marito. Io ascolto, stupita, se dovessi ribattere su tutto, non avrei il tempo di respirare.
Lamentano più la vittoria di Marco ad "Amici" che quella del berlusca. Che ti devo dire ancora?

michele ha detto...

L'italiano medio si chiama Franco, fa il tabaccaio e vive in provincia di Perugia.

Ma lui ancora non lo sa e fino a quel momento tutte le statistiche di questo paese graveranno sulla sua testa.

Lui si riconosce appieno in tutte le statistiche che legge, chi gli sta intorno un pò meno ma tutti saranno concordi nel dire che una buona ragione per andare all'estero sia quella di beccare qualche pollastrella vietnamita. E guai a dire che non mettiamo il naso fuori dalla nostra italietta.

saludos!

musa capricciosa ha detto...

Per questo ho da tempo abbandonato www.corriere.it per www.cafebabel.it

:-)