sabato 5 aprile 2008

S.O.S.


Attenzione attenzione,


il giorno 9 p.v. sarà esposto presso la località Lavis, in provincia di Trento, un esemplare di una specie rara e buffa. I gentili visitatori potranno apprezzarne l’eleganza e la raffinatezza. Si avverte tuttavia la cittadinanza di non applaudire: l’attrazione potrebbe sorridere.

5 commenti:

TIW ha detto...

lo riconosco!!!!!!!!!!!
é il gorilla del bioparco di roma è lui!!!!!!! sarà scappato perchè roma non gli piace tanto........:)

il Russo ha detto...

No è lo yeti! Ma allora esiste davvero solo che non sta sull' Himalaya ma in Trentino?

Mike ha detto...

Vi ricordo che siamo in campagna elettorale, in una fase in cui vige la par-condicio...
Molti esemplari buffi e rari ci hanno fatto visita in questi giorni...(oppure gli altri signori, secondo voi, sono diversi, magari solo per il fatto che parlano un italiano forbito?)

oldino ha detto...

ERRATA CORRIGE
rendo atto e chiedo scusa: l'esemplare in trattazione è tutt'altro che raro, il che per la verità lo rende più tragico che buffo.

Donna Cannone ha detto...

Yeti e tanti bei parenti di Oetzi conservati in formalina che si aggirano per vicoli e sottoportici....

Venire su per credere.
E questo freddo li conserva meglio che pere sotto spirito. Una favola.

Credo che Calderoli si troverà proprio bene!